Roma, Legambiente denuncia: "Albergo abbandonato al degrado dal 2007 a San Paolo"


Roma, 29 set. (AdnKronos) – Il circolo di Legambiente Garbatella ha ripulito l’area attorno all’hotel incompiuto e abbandonato di via Costantino nel Municipio VIII di Roma, “uno dei peggiori scempi urbanistici della Capitale”. Lo denuncia Legambiente Lazio.

“L’albergo –

spiega Legambiente Lazio – fa parte di una massiccia edificazione suggellata nel 2004 con la firma di una convenzione fra pubblico e privato che avrebbe dovuto segnare l’inizio di una totale riqualificazione delle aree lungo la Cristoforo Colombo, consentendo l’edificazione di manufatti di complessivi 184.000 mc fra Piazza dei Navigatori e via Costantino, a condizione che il privato si facesse carico di una serie importante di strutture pubbliche urbane: sottopasso carrabile della Cristoforo Colombo, verde, marciapiedi, illuminazione, parcheggi, servizi di quartiere: asilo nido e circolo bocciofilo, per un valore di circa 21 milioni di euro”.

“Nessuna opera pubblica e’ stata realizzata mentre sono stati costruiti edifici per 130.000 mc ora in degrado a seguito del fallimento di una delle societa’ assegnatarie – denuncia Legambiente – Di qui l’intervento del circolo di Legambiente Garbatella all’albergo di via Costantino che giace abbandonato al degrado fin dal 2007, spolpato di tutto cio’ che poteva essere rubato, luogo di discarica e di incendi, in attesa di un atto del curatore fallimentare che ne segni il destino”.

“Ufficialmente l’edificio appartiene ancora ad una societa’ privata in concordato fallimentare, che non e’ in grado di assicurarne la minima manutenzione – dichiara Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio – individuare un destino per questo colosso e’ un indispensabile freno al degrado e una questione di sicurezza, dietro una recinzione fatiscente giacciono infatti detriti pericolosi di ogni tipo e siringhe abbandonate sul terreno. Il Comune deve prendere una decisione al piu’ presto: e’ una vergogna lasciar distruggere un edificio di recente edificazione quando potrebbe essere ultimato e reintegrato in funzioni pubbliche utili alla citta’ ed ai suoi abitanti: e’ da qui che si deve parlare a Roma di rigenerazione urbana”.


(Adnkronos)

Please follow and like us: