Migranti: vescovo padova alle istituzioni, solidarieta’ a deboli e bisognosi (2)

(AdnKronos) – (Adnkronos) – E nel suo messaggio per la festa di sant’Antonio, il vescovo di Padova spiega che “Dalla Bibbia e da Sant’Antonio cogliamo un altro insegnamento: il pane, cioe’ il nostro sostentamento, dobbiamo procurarcelo con il lavoro onesto, non con il gioco d’azzardo o altri mezzi

illeciti oppure vivendo nell’ozio a carico degli altri “.

E, ancora secondo il vescovo “La citta’ che Sant’Antonio ha tanto amato e alla quale ha annunciato il Vangelo della fratellanza universale e della pace e’ chiamata a tendere a superare le divisioni e i contrasti per vivere rapporti di serenita’ e di concordia. Oggi viviamo in una citta’ dal volto multietnico, multiculturale e multireligioso. Essere cattolici significa pensare e agire “secondo il tutto ” sapendo riconoscere il bene ovunque si trovi “.

“Le Autorita’ istituzionali dovrebbero avere uno sguardo non parziale, ma comprensivo di tutti i cittadini, con particolare attenzione verso i piu’ deboli e bisognosi – conclude – Un ruolo propositivo di unita’ e di concordia sono chiamate a svolgere le parrocchie e le comunita’ religiose, le associazioni e i movimenti inseriti nel tessuto della Citta’ e collegati a rete nella “pastorale cittadina ” “.

(Adnkronos)

Please follow and like us: