Sperimentazione per ridurre i costi dell’illuminazione pubblica

Se l’operazione “cieli-bui” è stata di recente depennata dalla legge di stabilità, il problema del costo crescente dell’illuminazione pubblica continua ad assillare molti amministratori locali, alle prese con bilanci sempre più magri. Ne-t by Telerete Nordest e Aps Service, controllate rispettivamente da APS Holding e Acegas APS, hanno deciso di mettere in campo una risposta nuova a questo problema. Il giardino Santa Rita a Padova è teatro di una sperimentazione che assicura un risparmio fra il 30 e il 45 per cento sul costo dell’illuminazione pubblica e una consistente riduzione delle spese di manutenzione.
Un progetto che verrà presentato, assieme a numerose altre innovazioni tecnologiche al servizio della città intelligente, in occasione del convegno Smart City ad alta connessione: innovazioni e prospettive, in programma all’hotel Crowne Plaza (via Po 197, Padova Ovest-Limena) venerdì 16 novembre (ore 9-14).
L’impianto di illuminazione del giardino Santa Rita è stato trasformato in una rete di comunicazione: grazie alla tecnologia ad onde convogliate (Powerline Communication) la linea elettrica esistente infatti viene utilizzata anche come linea dati, creando un sistema di telegestione dei punti luce. E’ così possibile controllare a distanza lo stato degli impianti, verificare eventuali guasti, spegnere o ridurre il flusso luminoso fino al singolo punto luce. Se in genere i guasti ai lampioni vengono rilevati “a occhio nudo” solo quando il punto luce si spegne definitivamente, questo nuovo sistema segnala tempestivamente l’avaria. Non solo: la rete elettrica preesistente, trasformata in rete di comunicazione senza nuovi cablaggi, offre la possibilità di attivare altri servizi, quali connettività Internet tramite WiFi, videosorveglianza, sensori ambientali, pannelli di messaggio, verificatori di velocità, sistemi di allarme. In relazione all’esito della sperimentazione, in termini di risparmio e convenienza, il sistema, che venerdì 16 verrà presentato da Federico Filira, responsabile ricerca e sviluppo di ne-t by Telerete Nordest, sarà progressivamente esteso in altre aree della città.
«Il convegno – spiega Massimo Giorgetti, presidente di ne-t by Telerete Nordest – si propone di offrire un’ampia rassegna delle soluzioni tecnologiche che possono contribuire a rendere più efficiente la gestione delle città, che oggi appaiono sempre più come dei “mostri di complessità”».
L’appuntamento sarà aperto dal vicesindaco del Comune di Padova Ivo Rossi e dall’assessore provinciale Fabio Conte. Sandro Cavalletto, direttore di Telerete Nordest, presenterà le soluzioni sviluppate dalla controllata da Aps Holding in materia di WiFi, fibra ottica e banda larga. Padova, Treviso, Noventa Padovana, Legnaro, Ponte San Nicolò, Este, Monselice, Montagnana sono i Comuni coperti, nei luoghi più frequentati, dalla rete wireless di Telerete Nordest, che intende offrire il servizio di accesso gratuito a Internet in tempi relativamente brevi in tutta la cintura urbana. Stefano Merigliano, vicepresidente di Cineca, presenterà le innovazioni sviluppate da Cineca, consorzio costituito da 57 università italiane, il Miur e il Cnr per fornire all’università e al mondo della scuola servizi basati su tecnologie 2.0: si sta delineando il ruolo del consorzio come stimolo all’integrazione dei neutral access point italiani. Marco Filippi, direttore marketing Linkem spa, azienda leader nella tecnologia WiMax che proprio in questi giorni sta lanciando una campagna che vede Belen Rodriguez come testimonial, si soffermerà invece sull’impatto della banda larga wireless per lo sviluppo del territorio. Michele Lavizzari, direttore divisione business Tiscali Italia, presenterà Streamago, piattaforma di live broadcasting che può essere utilizzata per trasmettere in diretta i filmati registrati da ogni singolo utente. Fernando Capozzi, direttore commerciale di Swarco Mizar spa, azienda specializzata nella realizzazione di sistemi telematici integrati per il monitoraggio del traffico, proporrà una riflessione sui sistemi cooperativi al servizio delle Smart City, mentre Enrico Strappazzon, direttore tecnico di Sinergie spa che ha reso fotovoltaiche 52 scuole padovane, lo stadio e altre realtà padovane si soffermerà sull’impiego dell’innovazione nel campo dei servizi energetici.
L’invito all’appuntamento, aperto a tutti e a partecipazione gratuita, è rivolto in modo particolare a piccole e medie imprese, amministratori locali, tecnici della pubblica amministrazione, comandanti dei distretti di Polizia locale. È richiesta l’iscrizione online: http://www.ne-t.it
 

Please follow and like us:

Be the first to comment on "Sperimentazione per ridurre i costi dell’illuminazione pubblica"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


9 − cinque =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.