Padova chiama Bruxelles, la Cisl stringe con l’Europa un Patto sociale per la crescita

L’europarlamentare padovana Elisabetta Gardini è stata ricevuta dall’esecutivo provinciale della Cisl di Padova, guidato dal segretario generale Adriano Pozzato, in occasione della giornata di mobilitazione promossa per il 14 novembre dal Ces, la Confederazione dei sindacati europei. E’ stata l’occasione per gettare le basi di un Patto sociale tra istituzioni europee e parti sociali, fondato sul rigore, sulla crescita e sullo sviluppo.
“Oggi l’Europa – ha dichiarato l’europarlamentare – è incastrata in un percorso di sclerotizzazione, vittima della politica dei tecnocrati e dei burocrati, dall’esterno prevale la visione di un continente che predica austerità e produce recessione. Noi produciamo il 24% circa del Pil mondiale ma realizziamo il 50% della spesa sociale del mondo. E’ evidente che non ce lo possiamo più permettere, siamo davanti ad una fase di grandi cambiamenti, con scelte difficili e dolorose che dovremo fare assieme alle parti sociali, aggredendo le zone grigie in cui ci sono ancora sprechi da eliminare e facendo tirare la cinghia a chi può ancora tirarla. L’intero sistema europeo potrebbe saltare, dovremo essere pronti a cambiare anche i trattati. Non sento però i partiti italiani interrogarsi su quale sarà in futuro il ruolo della politica nazionale visto che l’80% delle scelte viene ormai fatto in Europa. Mi auguro si apra una seria riflessione su questi temi perché l’Europa come istituzione è ancora in balìa di troppi egoismi”:

“La Cisl – ha ribaditoPozzato – aderisce alla giornata di mobilitazione del Ces, la confederazione dei sindacati europei, in programma il 14 novembre, perché l’Europa non può limitarsi ad essere un contenitore ma deve diventare una Federazione di Stati. Si esce dalla crisi soltanto inventando un’Europa moderna ed efficiente. Dobbiamo combattere ruggini e sclerotizzazioni del passato, cambiando meccanismi superati e costosi ma soprattutto puntando su rigore, crescita e sviluppo, in un sistema a rete tra i diversi soggetti che devono essere in grado di stringere alleanze. Soltanto in questo modo potremo tenere Padova più vicina a Bruxelles”.

Please follow and like us:

Be the first to comment on "Padova chiama Bruxelles, la Cisl stringe con l’Europa un Patto sociale per la crescita"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


19 − sette =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.