Andamento 2007 del mercato immobiliare di Padova e Provincia, FIAIP: “Premiata la qualità”

Il mercato immobiliare di Padova e provincia nel 2007 si presenta ancora in salute: secondo l’Osservatorio Immobiliare FIAIP – Collegio di Padova non ci sono segnali di flessione e non c’è stata alcuna bolla speculativa.

Padova e Provincia confermano il dato nazionale con un aumento medio dei prezzi del +4,5%. L’incremento è trainato dalla crescita significativa della città con un +11,8%; a seguire i Comuni della cintura urbana con il +6,35%, mentre i Comuni della Provincia si attestano attorno al +3,9%. Quello che emerge nell’ultimo periodo è un mercato che premia la qualità e le soluzioni abitative migliori, per le quali gli acquirenti sono e saranno disposti a spendere. La previsione degli agenti immobiliari FIAIP per l’anno 2008  indica una leggera flessione generale dei prezzi pari al – 2,7%, ipotesi confermata dall’aumento degli immobili offerti in vendita del + 9,7% .

L’Osservatorio Immobiliare FIAIP, giunto alla 4° edizione, si propone come uno strumento chiaro e trasparente di lettura dell’andamento medio dei prezzi e della situazione delle compravendite immobiliari e come espressione tecnica di un settore che condiziona parte dell’economia padovana.

“L’Osservatorio – affermano il Presidente FIAIP Regione Veneto Gianni Bacco e il  Presidente FIAIP Collegio Provinciale di Padova Massimo Selmin – intende essere un contributo tecnico alla collettività e strumento di analisi e confronto per Enti e Amministrazioni; nasce infatti con l’obiettivo di diffondere cultura, di fare chiarezza e buona informazione in un settore così complesso come il mercato immobiliare, valorizzando la qualità della consulenza garantita dai professionisti FIAIP”.

Il rilevamento, infatti, è stato effettuato per la prima volta con un sistema informatico  ad hoc, che ha raccolto e rielaborato i dati comunicati da un centinaio di professionisti FIAIP; l’analisi copre un campione largamente significativo, pari all’82% dei Comuni della provincia di Padova a maggior densità di popolazione. Nell’Osservatorio – nello spirito di una chiarezza mirata alla corretta determinazione del valore di un immobile – è inoltre inserito il criterio di misurazione della consistenza delle unità immobiliari residenziali secondo le modalità di calcolo delle superfici commerciali a norma UNI 10750. E’ quindi importante sottolineare che quanto emerge dall’indagine rappresenta il valore dei prezzi medi del mercato per unità media, e che una corretta stima immobiliare può essere fatta solo da professionisti del settore.

COMPARTO RESIDENZIALE – COMPRAVENDITA CASE

Padova e provincia confermano il dato nazionale con un aumento medio dei prezzi del  +4,5%, trainato dal significativo incremento della città, con un +11,8%; a seguire i Comuni della cintura urbana con il +6,35%, mentre i Comuni della provincia rallentano l’incremento, che si attesta attorno al + 3,9%.

Questo segnale conferma ancora che a trainare il mercato sono le compravendite di fascia medio alta, in particolare in centro storico, con immobili di qualità e pregio; una discreta tenuta viene riscontrata nella periferia della città, con un trend in linea con le medie degli anni di maggior crescita. I mercati periferici della provincia indicano invece una sostanziale staticità, con la tenuta delle  posizioni raggiunte negli anni passati.

Si rileva inoltre un aumento degli immobili offerti in vendita del + 9,7%, di contro ad una flessione del mercato del -9,5% sul numero di transazioni rispetto al 2006, che è stato però un anno record (850.000 transazioni residenziali concluse a livello nazionale). Una probabile causa va riscontrata nella flessione delle vendite di nicchia bassa legata alla contrattura dei mutui (in particolare sulle transazioni in cui il mutuo era presente per la totalità della compravendita o anche più).  

Quello che emerge in quest’ultimo periodo è un mercato che premia la qualità nelle soluzioni abitative, per le quali gli acquirenti  sono e saranno disposti a spendere. La previsione per l’anno 2008 indica una leggera flessione generale dei prezzi, pari al – 2,7%, ipotesi confermata dall’aumento degli immobili offerti in vendita: per il 2008 la scelta e la ricerca dell’immobile “giusto” potrà quindi esser fatta in modo più attento e sereno, mettendo a confronto tutte le caratteristiche di idoneità che deve avere un immobile per essere acquistato. Per le nuove costruzioni gli operatori dovranno quindi fare attenzione a produrre unità abitative adeguate alle aspettative della domanda.

COMPARTO COMMERCIALE – NEGOZI

Per i negozi si rileva un aumento sui prezzi più contenuto rispetto al comparto residenziale, che si attesta su un + 2,48%, con un calo contenuto delle transazioni pari al – 4,1%; sulle locazioni c’è una leggera flessione dei canoni del -0,9% con relativa flessione del numero delle locazioni del -1,8%: dati che rispecchiano l’attuale congiuntura economica che riguarda le imprese e in particolare il comparto del commercio.

COMPARTO DIREZIONALE – UFFICI

Per gli uffici si rileva un aumento dei prezzi del +2,2%, con una flessione sul numero di compravendite del 5,3%; le locazioni segnano una flessione del -2,5% sul valore dei canoni e del -3,8% sul numero di locazioni, quindi ancora una situazione di contrattura del comparto, sebbene più contenuto rispetto agli anni precedenti. Sono questi segnali che lasciano intravedere, con l’aumento se pur contenuto dei prezzi, una leggera ripresa del comparto del terziario.

Please follow and like us:

Be the first to comment on "Andamento 2007 del mercato immobiliare di Padova e Provincia, FIAIP: “Premiata la qualità”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


1 × 3 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.