Palazzo della Ragione

Il palazzo, detto popolarmente il "salone", fu eretto nel 1218 e fu rinnovato nelle forme attuali nel 1306 da Frà Giovanni degli Eremitani. Si tratta di uno dei monumenti più tipici di Padova, espressione viva del suo periodo comunale e quasi un emblema. Dotato della caratteristica copertura a carena, che lo rende simile ad una grossa nave rovesciata, agili arcate poggiano su esili colonnine delle logge che si rincorrono sulle due lunghe fronti, con i bassi portici terreni che aggiungono intense zone d’ombra nel gioco chiaroscurale, conferisce una singolare nota di nobiltà e gentilezza nell’ambiente popolare dei mercati.

Palazzo della Ragione

La sala sopraelevata, detta appunto il "salone", è stata decorata tra il 1425 ed il 1440 con un grandioso ciclo di affreschi a soggetto astrologico, che rimpiazzarono gli originali realizzati da Giotto e perduti in un devastante incendio del 1420. Spiccano l’allegoria della giustizia e della ragione ed il giudizio di Salomone. Nella sala è conservato un gigantesco cavallo ligneo, commissionato nel 1466 da Annibale Capodilista per una giostra e quindi regalato alla città.
Il cavallo ligneo nel

Be the first to comment on "Palazzo della Ragione"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


2 + 19 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.